PUNTO 1-Investitori esteri vendono governativi Italia e Spagna-Fitch

mercoledì 23 maggio 2012 13:58
 

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 23 maggio (Reuters) - La quota di debito pubblico italiano e spagnolo in mano a investitori esteri ha continuato a scendere nel primo trimestre dell'anno.

Le banche che si sono finanziate a buon mercato con il p/t Bce hanno sostituito gli investitori internazionali.

Lo scrive Fitch ratings secondo cui questa tendenza continuerà nei prossimi trimestri.

Secondo Fitch, il debito italiano in mano agli esteri è sceso al 32% dal 50% nel 2008 e continua a scendere, anche se a ritmo più lento, con un deflusso che ha avuto inizio solamente a partire dal terzo trimestre del 2011.

Più veloce il deflusso del debito spagnolo la cui quota detenuta all'estero si è ridotta al 34% nei primi tre mesi dell'anno (escludendo la parte in mano alla Bce nell'ambito dei 'Securities Market Program') dal 40% di fine 2001 e da oltre 60% del 2008.

Secondo l'agenzia di rating i rischi di un'ulteriore discesa aumentano nei prossimi trimestri fino a quando non si formerà una base più stabile di investitori stranieri con maggiore propensione al rischio o fino a che non miglioreranno le prospettive economiche dei due paesi.

Se il trend continua la Bce e, se necessario, anche l'Esm (European Stability Mechanism), potranno intervenire per evitare che la crisi di liquidità possa peggiorare e dare così il tempo agli stati di attuare le riforme strutturali che dovrebbero incoraggiare gli investitori istituzionali a tornare sul mercato.

Per leggere il testo integrale del comunicato di Fitch cliccare su   Continua...