PUNTO 1 - Italia, avanti con riforme per evitare contagio Grecia - Fmi

mercoledì 16 maggio 2012 17:05
 

* Fmi dice che Italia va in giusta direzione ma resta molto da fare

* Banche devono avere capitale sufficiente per credito imprese

* Monti, emergenza non finita, non lascio rigore per crescita (Accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni e contesto)

di Giuseppe Fonte e Giselda Vagnoni

ROMA, 16 maggio (Reuters) - Per difendersi dal contagio della crisi greca l'Italia deve mantenere alta la spinta riformista che ha caratterizzato gli ultimi sei mesi sotto la guida di Mario Monti e fare in modo che le banche nazionali abbiano capitali sufficienti per fornire credito alle imprese.

Al termine della missione annuale ex article IV dello statuto, il Fondo monetario internazionale sollecita una rapida approvazione in Parlamento della riforma del mercato del lavoro e invita il governo a tagliare "rapidamente" la spesa pubblica improduttiva, passo essenziale per ridurre il peso delle tasse.

"L'Italia è nella giusta direzione, ha fatto enormi progressi negli ultimi sei mesi", ha detto Reza Moghadam, direttore del Dipartimento europeo Fmi in una conferenza stampa al ministero dell'Economia con Monti e il suo vice Vittorio Grilli.

"Quello che l'Italia deve fare è continuare a portare avanti lo sforzo riformista intrapreso finora", ha aggiunto Moghadam rispondendo alla domanda sulle conseguenze per il Paese di un ulteriore peggioramento della crisi Grecia.

Gli economisti di Washington giudicano "appropriata" a garantire il pareggio di bilancio strutturale nel 2013 la correzione dei conti pubblici fatta con le tre manovre del 2011 e condividono l'intenzione del governo di evitare, attraverso nuovi tagli di spesa, l'aumento dell'Iva nell'ultimo trimestre dell'anno.   Continua...