Btp poco mossi, spread scende grazie a Pil tedesco migliore attese

martedì 15 maggio 2012 12:50
 

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Btp poco mossi a fine
mattinata dopo i pesanti ribassi registrati nella seduta di
ieri. E la parallela flessione dei Bund, in scia ai dati
migliori delle attese di questa mattina sul pil tedesco del
primo trimestre, contribuisce a spingere verso
il basso lo spread, che ieri aveva testato al rialzo la soglia
dei 450 punti base.	
    "La mattinata è stata un po' più tranquilla rispetto a ieri
grazie ad un tentativo di rimbalzo tecnico, ma le pressioni al
ribasso sono pronte a materializzarsi nuovamente" spiega il
trader di una banca italiana. "La situazione è di debolezza, ma
finché il future Btp resta entro area 99,70 direi che siamo nel
trading range recente, quindi senza elementi che facciano
sfondare al ribasso".  	
    Al di là dei dati economici della mattinata - compreso
quello sul pil italiano che ha marcato il terzo trimestre
consecutivo di decrescita - il mercato continua
ad essere dominato dall'ombra dello stallo politico in Grecia e
della possibile uscita del paese dall'euro.	
    "Il pil tedesco è sicuramente meglio di un numero negativo,
ma ha pochissimo a che vedere con quello che sta succedendo e
con i rischi del sistema" afferma Gary Kenkins di Swordfish
Research.	
    Oggi nuova tornata di colloqui ad Atene tra i partiti, ma a
oltre una settimana dalle elezioni del 6 maggio le possibilità
di formazione di un governo di coalizione appaiono ancora del
tutto remote. Più verosimile lo scenario di un ritorno alle urne
in giugno, proprio nel momento in cui è previsto il pagamento
della prossima tranche di aiuti di Ue e Fmi, entro il quale
Atene dovrà garantire tagli alla spesa per altri 11 miliardi di
euro.	
    A fine mattinata, su piattaforma Tradeweb, lo spread di
rendimento tra Btp e Bund decennali tratta in area 438 punti
base a fronte dei 442 della chiusura di ieri, quando il
differenziale si era spinto fino a quota 452, sui massimi dallo
scorso 20 gennaio. 	
    "Ieri c'è stato un forte movimento di flattening della curva
italiana che oggi non migliora, segno che c'è ancora forte
percezione di rischio sul breve" prosegue il trader che ricorda
tra i potenziali fattori di appesantimento per la carta italiana
anche la riapertura di oggi pomeriggio per i Btp andati in asta
ieri, tra cui il benchmark triennale.	
    Sul fronte del mercato primario, intanto, la Grecia ha
collocato stamane 1,3 miliardi di euro di titoli a tre mesi, con
rendimento in lieve risalita al 4,34%.	
                   	
========================== 12,40 ==========================	
FUTURES BUND GIUGNO       142,97   (-0,43)         	
FUTURES BTP GIUGNO        100,67   (-0,06)           	
BTP 2 ANNI  (NOV 13)   99,403  (-0,015) 3,358%     	
BTP 10 ANNI (SET 22)  97,733  (-0,051) 5,878%     	
BTP 30 ANNI (SET 40)  85,958  (+0,045) 6,131%     	
          	
========================= SPREAD (PB)===========================	
                                                                
                                             ULTIMA CHIUSURA   	
TREASURY/BUND 10 ANNI  31          32      	
BTP/BUND 2 ANNI         330         328    	
BTP/BUND 10 ANNI      438         442 	
 livelli minimo/massimo           435,3-447,6  425,6-451,5  	
BTP/BUND 30 ANNI      399         402    	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                  252,0       253,5 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  25,3        26,5	
===========================================================	
	
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia