Grecia, per aiuti dopo giugno serve accordo con troika - Regling

giovedì 10 maggio 2012 12:49
 

MILANO, 10 maggio (Reuters) - Dopo giugno la Grecia dovrà concordare i termini per gli aiuti finanziari con i principali partner internazionali prima di ricevere ulteriori fondi.

Lo ha detto Klaus Regling, direttore del fondo di salvataggio Efsf nel corso di una conferenza stampa in cui ha confermato l'avvenuto versamento oggi dei 4,2 miliardi di euro necessari alla Grecia per rifinanziare il debito in scadenza.

"All'interno dell'attuale prima tranche, che era già stata approvata qualche tempo fa, c'è un altro miliardo disponibile per il servizio del debito a giugno, ma poi ci dovrà essere una nuova visità della Troika e un accordo su quello che succede nella seconda parte dell'anno e il prossimo anno, quindi non ci saranno versamenti prima di un accordo con la troika", ha detto.

La cosiddetta "troika" è composta da Ue, Fmi e Banca centrale europea, creditori internazionali di Atene.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia