PUNTO 1-Bce giochi ruolo più attivo in stabilizzazione mercato-Saccomanni

mercoledì 9 maggio 2012 17:23
 

(Aggiunge dichiarazioni Bundesbank, contesto)

di Giselda Vagnoni e Paul Carrel

FIRENZE/FRANCOFORTE, 9 maggio (Reuters) - la Banca centrale europea dovrebbe svolgere un ruolo più attivo nella crisi che attanaglia la zona euro.

Lo ha detto oggi il direttore generale della Banca d'Italia, Fabrizio Saccomanni, nel suo intervento alla conferenza sull'Europa in corso a Firenze, in apparente contrasto con la posizione della Bundesbank tedesca.

Riferendosi alle misure non convenzionali di politica monetaria intraprese da Francoforte, oggi guidata dall'ex governatore della Banca d'Italia Mario Draghi, Saccomanni ha osservato che "alcune di queste decisioni sono state un po' contrastate mentre, invece, alla fine credo fossero necessarie".

I commenti del vice di Ignazio Visco assumono un significato particolare in un momento in cui i rendimenti dei titoli di stato spagnoli sono saliti oltre la soglia psicologica del 6% e cresce il timore degli investitori sulla tenuta del sistema bancario spagnolo e sulla situazione politica in Grecia.

"Penso che la Bce dovrebbe svolgere un ruolo più attivo, le dovrebbe essere consentito di svolgere un ruolo più attivo nella stabilizzazione del mercato", ha detto Saccomanni parlando nel salone dei Cinquecento a palazzo Vecchio.

"Pur restando all'interno delle regole del Trattato, la Bce può fare qualcosa e lo ha fatto. Credo che il suo potere di segnalazione potrebbe aumentare se le venisse formalmente riconosciuto che può perseguire sia la stabilità monetaria sia la stabilità finanziaria".

Sebbene Saccomanni non sia il governatore di una banca centrale, le sue parole rompono con il tradizionale atteggiamento dei banchieri centrali di non esercitare pressioni sulla Bce per fare di più contro la crisi.   Continua...