Debiti Pa, controproducente agire fuori da contesto Ue - Monti

martedì 8 maggio 2012 19:37
 

ROMA, 8 maggio (Reuters) - Il presidente del Consiglio, Mario Monti, non è in grado di dire quando l'Italia sarà in grado di avviare la restituzione alle imprese dei debiti contratti dalla pubblica amministrazione perché tale iniziativa, se non concordata a livello europeo, sarebbe vista come un escamotage per dribblare i vincoli di bilancio.

"Mi sembra chiaro che, se muovendo dall'impulso di ciò che sarebbe benefico e giusto, lo Stato immediatamente riprendesse il ritmo normale dei pagamenti, senza che per questo siano predisposte in Europa le condizioni perché ciò venga visto non come fuga dalla disciplina di bilancio ma anzi come un ammodernamento del concetto di rigore verso una maggiore chiarezza - e come sarei felice di poterlo fare - l'Italia verrebbe percepita come avere abbandonato quel campo [del rigore] nel quale da quale mese i mercati hanno percepita che si sia assestata", ha detto Monti in una conferenza stampa con il commissario Ue agli Affari economici, Olli Rehn.

"Soluzioni che non passassero per l'Europa sarebbero controproducenti. Mi è impossibile prevedere quando potremo avere maggiori spazi", ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia