Crediti PA, trovare soluzioni tecniche per pagare imprese- Squinzi

martedì 8 maggio 2012 11:34
 

BRUXELLES, 8 maggio (Reuters) - Il presidente in pectore di Confindustria Giorgio Squinzi ha auspicato lo sblocco dei crediti alle imprese da parte della pubblica amministrazione.

"E' necessario. Si tratta di una misura che è fuori discussione", ha detto ai giornalisti a margine di una conferenza a Bruxelles.

Alla domanda se l'Europa debba considerare lo scorporo del pagamento di tali crediti dal calcolo del deficit degli Stati, Squinzi ha detto che "bisogna trovare i meccanismi tecnici".

Il ministro dello Sviluppo Corrado Passera sta lavorando alla definizione di decreti per consentire la certificazione di questi crediti e il meccanismo di garanzia pubblica in modo che il sistema bancario, rappresentato dall'Abi, possa accollarsene una parte, come anticipazione, cessione pro soluto o pro solvendo, dalle imprese.

Le stime sull'ammontare di questi crediti che le imprese vantano verso la pubblica amministrazione è di circa 70 miliardi di cui 17 verso l'amministrazione centrale dello Stato.

Questa soluzione del governo italiano sarebbe comunque una soluzione ponte in attesa che si concretizzi quanto auspicato dal presidente del Consiglio Mario Monti che punta ad affrontare in Europa questa questione, con gli altri Stati che hanno casi analoghi, facendo emergere nei debiti pubblici queste somme e ripagandole in titoli di Stato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia