7 maggio 2012 / 13:57 / tra 5 anni

PUNTO 2-Bankia, per salvataggio iniezione cash stato 7-10 mld

(Accorpa pezzi)

MADRID, 7 maggio (Reuters) - Il piano messo a punto dal governo spagnolo e dalla Banca di Spagna per il salvataggio di Bankia prevede un‘iniezione di liquidità dallo stato tra 7 e 10 miliardi di euro.

Lo riferiscono a Reuters due fonti vicine alla situazione.

“La pulizia di bilancio dovrebbe coprire le necessità previste dall‘ultima riforma bancaria e la patrimonializzazione richiesta dall‘Eba”, spiega una delle fonti.

La decisione sull‘ammontare esatto non è stata ancora presa, aggiunge.

La riforma bancaria approvata dal governo spagnolo a febbraio prevede per Bankia l‘accantonamento di 5,07 miliardi di euro per coprire le perdite sul fronte immobiliare. La banca ha ancora bisogno di 2,6 miliardi di euro.

Inoltre Bankia ha un deficit patrimoniale di 1,3 miliardi, per venire incontro alle richieste Eba e raggiungere un Core Tier 1 del 9% entro giugno.

Un cuscinetto addizionale tra 5 e 6 miliardi è stato negoziato tra la banca e le autorità spagnole al fine di coprire le perdite previste sull‘immobiliare, spiegano le fonti.

La ristrutturazione della banca dovrebbe passare da un‘integrazione della capogruppo Bfa dopo una pulizia del bilancio effettuata sotto l‘egida dello Stato, secondo quanto ha dichiarato a Reuters una fonte a conoscenza del piano di salvataggio dell‘istituto. Stamane un funzionario del governo aveva indicato che l‘esecutivo e la Banca di Spagna stavano preparando un piano di ristrutturazione della banca.

“Un‘opzione molto probabile è che Bankia integri gli asset immobiliari e l‘attività bancaria di Bfa. In questo caso Bfa porrebbe fine alla sua operatività come banca”, dice la fonte. “Gli asset sarebbero trasferiti dopo la pulizia”.

Due fonti dell‘esecutivo dicono che l‘iniezione di denaro pubblico in Bankia avverrà probabilmente attraverso azioni convertibili, conosciute come Contingent Convertible bonds (CoCos), ma che si guarda anche ad altre opzioni.

Mentre circolano ipotesi sul riassetto dell‘istituto, il presidente dell‘istituto, Rodrigo Rato, che ha indicato come suo successore Jose Ignacio Goirigolzarri, ex Ceo della rivale BBVA .

Stamane una fonte del governo aveva detto: “E’ vero che stanno finalizzando un piano per Bankia, ma nessuna delle cifre può essere confermata perchè non sono ancora state decise”, riferendosi alle indiscrezioni sulla necessità di mezzi freschi per 10 miliardi di euro.

Bankia detiene il 10% circa dei depositi spagnoli ed è molto esposta al settore immobiliare, scrive El Pais. Il piano comporterebbe un prestito garantito dallo Stato di diversi miliardi di euro a un tasso vicino all‘8%

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below