Btp recuperano dopo partenza difficile dovuta a elezioni Grecia

lunedì 7 maggio 2012 12:28
 

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Dopo una partenza particolarmente difficile
dovuta ai risultati delle elezioni in Grecia, il secondario italiano mostra un
parziale recupero, con un ritorno di compratori.	
     Dalle consultazioni greche è risultato che Nuova Democrazia e Pasok, i due
partiti che hanno dominato la politica greca per decenni e le due sole
formazioni, tra quelle principali, a sostenere l'austerity imposta dal piano di
salvataggio Ue/Fmi, subiscono un vero e proprio crollo ottenendo circa il 32%
dei consensi e solo 149 dei 300 seggi in Parlamento. Ogni ipotesi di formazione
di un nuovo governo appare in questo momento incerta e precaria, in uno scenario
che riporta d'attualità la prospettiva di un'uscita di Atene dall'euro e di un
nuovo repentino surriscaldamento della crisi del debito nella zona euro.	
    "Un inciampo in partenza era atteso, dopo i risultati delle elezioni in
Francia e in Grecia. A conti fatti va detto però che il vero timore scaturisce
dalla Grecia, dall'idea si un possibile allontanamento dall'euro" dice un trader
italiano. "La Francia non crea particolari paure".	
    E sulla Grecia sembrano infatti concentrarsi le preoccupazioni più
significative. 	
    "Si vedono probabilità sempre maggiori che la Grecia a un certo punto possa
decidere di uscire dall'euro" dice Alessandro Giansanti di Ing. "Dobbiamo vedere
se il Parlamento riuscirà a trovare una maggioranza a favore dell'euro,
altrimenti c'è il rischio che non ottengano la prossima tranche del
salvataggio".	
    Dopo una iniziale difficoltà, quindi, la Francia non mostra di suscitare
particolari timori dopo che al secondo turno delle presidenziali ha vinto il
socialista François Hollande, già avanti al primo turno, considerato dai mercati
meno rigoroso sul fronte del rigore fiscale rispetto al rivale, il presidente
uscente Nicolas Sarkozy. 	
    Si chiude oggi la prima tornata elettorale italiana, con un migliaio di
comuni alle urne per le amministrative. 	
    Sul un fronte più strettamente tecnico va segnalato che il balzo dello
spread in apertura è in parte da attribuirsi al rollover del benchmark italiano
. Tradeweb ha infatti sostituito il marzo 2022 come titolo di
riferimento con il più recente settembre 2022, l'attuale on-the-run del Tesoro
italiano. 	
    Dopo un'apertura a 419 punti base sul nuovo benchmark, lo spread fra i tassi
dei decennali italiano e tedesco è sceso in area 408, rispetto ai 405 della
chiusura di venerdì sullo stesso titolo.	
      	
    	
 =========================== 12,10 =============================================	
FUTURES BUND GIUGNO       142,17   (+0,13)         	
FUTURES BTP GIUGNO        102,27   (-0,02)           	
BTP 2 ANNI  (NOV 13)  100,095  (-0,019) 2,969%      	
BTP 10 ANNI (MAR 22)  99,393  (-0,217) 5,654%      	
BTP 30 ANNI (SET 40)  87,595  (-0,228) 5,993%      	
          	
========================= SPREAD (PB)========================================== 	
                                                                                
                                               ULTIMA CHIUSURA   	
TREASURY/BUND 10 ANNI  26          30      	
BTP/BUND 2 ANNI         289         287    	
BTP/BUND 10 ANNI      408         387 (precedente bmk)	
 livelli minimo/massimo           407,3-419,0  377,4-391,6  	
BTP/BUND 30 ANNI      371         368    	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                  268,5       249,8 (precedente bmk 10 anni)	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  33,9        52,5 (precedente bmk 10 anni	
    	
    	
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia