Btp digeriscono Pmi e rimbalzano, occhi su dati Usa, elezioni

venerdì 4 maggio 2012 12:44
 

MILANO, 4 maggio(Reuters) - Mattinata volatile per il debito
italiano, che digerisce i numeri non esaltanti delle indagini
congiunturali dell'attività del settore dei servizi e arriva al
giro di boa di metà seduta in territorio positivo, in attesa di
un week-end denso di appuntamenti elettorali in Francia, in
Grecia e in Italia.	
    "Il mercato si è appesantito un po' con la pubblicazione dei
Pmi, e poi è rimbalzato, ma gli scambi sono davvero limitati"
dice un trader da Milano.	
    Secondo le indagini congiunturali elaborate da Markit, nel
mese di aprile l'attività del settore dei servizi in Italia si è
contratta al ritmo più rapido da tre anni a questa parte
 mentre nella zona euro nel suo complesso ha
segnato la perfomance perggiore dal 2008.	
    Intorno alle 12,30 il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund decennali si stringe a 383 punti base dai 390 della
chiusura di ieri, secondo dati Tradeweb, dopo
aver segnato un massimo a 392 punti base in coincidenza
dell'uscita dei Pmi.	
    Il decennale italiano rende il 5,447% dal 5,524% di ieri
. Prosegue il buon andamento della parte a breve,
con il rendimento del benchmarl biennale che torna sotto il 3%
per la prima volta dopo tre settimane.	
   "Non c'è una direzione chiara, il mercato risponde più o meno
pesantemente alle indicazioni che di volta in volta arrivano
sullo stato dell'economia, da cui emerge che l'Italia si trova
nel pieno della recessione prevista per quest'anno e che
l'Europa arranca" sintetizza Chiara Manenti, strategist di
Intesa Sanpaolo.	
    	
    	
    FOCUS SU DATI USA, ELEZIONI	
    Digeriti i dati europei, gli occhi sono dunque già puntati
oltre l'Atlantico, da dove nel primo pomeriggio arriveranno i
dati sugli occupati Usa nel mese di aprile, attesi in aumento di
170.000 unità rispetto alle 120.000 di marzo.	
    Per quanto riguarda il fronte politico, l'appuntamento più
atteso è sicuramente il secondo turno delle presidenziali
francesi, in cui si fronteggeranno l'uscente Nicolas Sarkozy e
il socialista Francois Hollande, in testa alla prima tornata
elettorale.	
    "Gli effetti di una vittoria di Hollande sono tutti da
vedere. Personalmente non credo che abbia intenzione di
scardinare gli assetti europei, ma semmai di procedere al
consolidamento di bilancio in maniera più sensata, in un momento
di evidente difficoltà dell'economia della zona euro. E questo
potrebbe tutto sommato non dispiacere ai mercati" conclude
Manenti.	
    	
=========================== 12,15 =============================	
FUTURES BUND GIUGNO       141,66   (-0,05)         	
FUTURES BTP GIUGNO        102,26   (+0,37)           	
BTP 2 ANNI  (NOV 13)  100,054  (+0,105) 2,979%     	
BTP 10 ANNI (MAR 22)  96,950  (+0,221) 5,447%     	
BTP 30 ANNI (SET 40)  87,849  (+0,457) 5,969%     	
          	
========================= SPREAD (PB)========================== 	
                                                                
                                              ULTIMA CHIUSURA   	
TREASURY/BUND 10 ANNI    31             32      	
BTP/BUND 2 ANNI           286            297    	
BTP/BUND 10 ANNI        383            390      	
 livelli minimo/massimo             382,4-391,6     384,8-396,0 	
BTP/BUND 30 ANNI        363            367    	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    246,8          246,3    	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    52,2           49,8   	
    	
    	
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia