Spagna non chiederà aiuti internazionali per banche - De Guindos

lunedì 30 aprile 2012 16:40
 

SANTIAGO DE COMPOSTELA, 30 aprile (Reuters) - La Spagna non ha intenzione di chiedere nessun tipo di aiuti internazionali per il salvataggio delle banche. Lo ha detto nel corso del bilaterale Spagna-Germania in corso a Santiago De Compostela il ministro dell'Economia spagnolo Luis De Guindos.

De Guindos ha definito una cosa buona per le banche la separazione degli asset tossici in un'altra entità e ha anticipato l'annuncio di una serie di privatizzazioni nel settore dei trasporti, previsto venerdì.

Il ministro delle Finanze tedesco Schaeuble ha inoltre spiegato che l'Europa dovrà proseguire sul sentiero del'austerità, anche se nelle prossime settimane s'intensificheranno i colloqui in sede europea sulle modalità per stimolare la crescita.

"Il consolidamento fiscale non è necessario di per sè, ma serve per qualcosa, per generare crescita sostenibile, che è il miglior modo per generare occupazione" ha detto Schaeuble nella conferenza stampa congiunta con l'omologo spagnolo.

"La prima condizione è il consolidamento economico e fiscale. Se ora parliamo di crescita, non bisognerebbe intenderlo come un cambio di direzione. Questo sarebbe un errore. Il focus sull'austerity deve rimanere" ha sottolineato il ministro tedesco, aggiungendo che la Spagna è sulla strada giusta.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

SCHAEUBLE (GERMANIA) - PARLARE DI CRESCITA NON SIGNIFICA TOGLIERE FOCUS DA AUSTERITA' SCHAEUBLE (GERMANIA) - SPAGNA È SULLA STRADA GIUSTA SCHAEUBLE - PROSSIMO CONSIGLIO UE DISCUTERA' FORMULE PER STIMOLARE INVESTIMENTI SCHAEUBLE CREDE CHE ESITO ELEZIONI FRANCESI NON CONDIZIONERA' PATTO FISCALE UE SPAGNA, SEPARARE ASSET TOSSICI IN UN'ALTRA ENTITA' SARA' POSITIVO PER BANCHE - MIN FINANZE DE GUINDOS SPAGNA NON HA INTENZIONE DI CHIEDERE ALCUN TIPO DI AIUTO INTERNAZIONALE PER BANCHE - DE GUINDOS