RPT-Olanda, opposizione punta a deficit/pil a 3,6%% in 2013

martedì 24 aprile 2012 17:58
 

(Precisa in titolo deficit/pil a 3,6%)

AMSTERDAM, 24 aprile (Reuters) - Secondo il leader dell'opposizione socialista l'Olanda potrebbe indirizzarsi verso un rapporto deficit/pil del 3,6% nel 2013, e non del 3%, grazie al fatto che le regole Ue prevedono eccezioni e tengono conto delle riforme.

"Il target di deficit al 3% esiste, con l'aggiunta che non c'è la necessità di rispettarlo in circostanze eccezionali per l'economia" ha affermato nel corso di un dibattito parlamentare il leader laburista Diederik Samson.

Nel corso dello stesso dibattito il capogruppo cristiano democratico alla camera bassa del parlamento, Sybrand van Haersma Buma, ha invece dichiarato che il paese deve attenersi alle regole di bilancio dell'Unione europea, pena il rischio di essere sanzionati.

"Corriamo il rischio di una multa, che potrebbe arrivare fino a 1,2 miliardi di euro" ha affermato il deputato del Partito cristiano democratico, che sostiene il governo.

Nei giorni scorsi il ministro delle Finanze Jan Kees de Jager aveva spiegato che è ancora possibile per il paese raggiungere l'obiettivo di un deficit/pil al 3% l'anno prossimo, nonostante la trattativa tra i partiti non abbia finora permesso di arrivare a un accordo sui tagli.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia