PUNTO 1-Italia, investitori Usa temono cambio riforme-Saccomanni

martedì 24 aprile 2012 16:17
 

(Aggiunge dichiarazioni)

MILANO, 24 aprile (Reuters) - Gli investitori statunitensi temono che le riforme varate dal governo guidato da Mario Monti possano essere rimesse in discussione in una nuova stagione politica.

Lo dice Fabrizio Saccomanni, direttore generale della Banca d'Italia, riferendo in un'intervista, spiega una nota di Radio 24, il contenuto di tre incontri avuti con la comunità finanziaria a New York.

"Una preoccupazione ricorrente - dice il direttore generale della Banca d'Italia a Radio 24 riferendosi a questi meeting - è se le riforme che sono state fatte sono riforme di carattere permanente o se vi è il rischio che possano essere rimesse in discussione in un'altra stagione politica".

"Il messaggio che bisogna dare è che queste misure di carattere strutturale sono irreversibili e si inseriscono su un processo che non verrà rimesso in discussione alla prima occasione", risponde l'alto funzionario di Banca d'Italia.

Riguardo alla possibilità che l'Italia riduca il debito pubblico attraverso le privatizzazioni, Saccomanni sottolinea l'importanza di trovare sia i meccanismi per realizzare le dismissioni, sia i mezzi per "utilizzare immediatamente le risorse per ridurre il debito".

Saccomanni ha incontrato gli investitori americani a latere degli Spring Meetings del Fondo monetario internazionale svoltisi il 21 e il 22 aprile a Washington.

(Francesca Landini)   Continua...