Pininfarina, nuovo accordo riscadenziamento debito con banche creditrici

martedì 24 aprile 2012 08:46
 

MILANO, 24 aprile (Reuters) - Pininfarina ha siglato un nuovo accordo di riscadenziamento del debito a medio-lungo termine con le banche creditrici nel quadro di quanto previsto dall'articolo 67 della legge fallimentare.

L'intesa, si legge in un comunicato della società piemontese, è stata siglata sulla base del piano industriale al 2018 e prevede sette rate di ammortamento del debito, con un allungamento di tre anni, una forte riduzione degli oneri finanziari e un abbassamento dei fidi accordati a 18 milioni, con relativa trasformazione in debito a medio-lungo termine.

L'accordo prevede la rinuncia delle banche ai diritti legati alla violazione dei covenant finanziari sull'esercizio 2011 e la fissazione di nuovi covenant per il periodo 2012-2018.

L'intesa è subordinata al rilascio dell'attestazione in base all'articolo 67 della legge fallimentare e all'adesione di tutte le banche creditrici. Pininfarina prevede un via libera "nei prossimi giorni", con piena efficacia dell'accordo da mese di maggio.

A conclusione dell'operazione, il gruppo verrà ripatrimonializzato per oltre 30 milioni di euro.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia