Spagna punta ad accelerare pulizia asset tossici banche

lunedì 23 aprile 2012 15:28
 

di Julien Toyer e Jesús Aguado

MADRID, 23 aprile (Reuters) - La Spagna forzerà le banche a spostare le loro attività immobiliari in una società ad hoc nel corso delle prossime settimane, in modo da avere una visione chiara dell'esposizione degli istituti di credito al real estate. Lo riferiscono a Reuters fonti finanziarie e governative, con accenti diversi rispetto ai tempi del progetto.

La holding per le attività immobiliari dovrebbe partire all'inizio dell'estate, ma i dettagli sono ancora oggetto di discussione tra il governo e le banche, dice una fonte governativa a Reuters.

Un'altra fonte governativa dice che rimangono aperte diverse opzioni e che non c'è ancora una decisione finale.

Parlando della costituzione della holding, la prima fonte governativa spiega: "Questa misura ci permetterà di separare chiaramente il business bancario dalle attività immobiliari. Ora che è stata effettuata la maggior parte degli accantonamenti a fronte di perdite sugli immobili, dovrebbe rendere possibile con facilità completare la pulizia del settore bancario".

Se Madrid riuscirà ad evitare un costoso salvataggio del fragile sistema bancario da parte dello Stato, allora aumenteranno notevolmente le possibilità per l'esecutivo di mantenere sotto controllo il debito pubblico ed evitare il bailout attraverso il fondo salva-stati europeo.

A febbraio il governo spagnolo aveva spinto le banche a svalutare pesantemente il valore dei terreni, le proprietà pignorate e i progetti bloccati, prendendosi carico di perdite per circa 50 miliardi di euro.

La fonte dice che la nuova società veicolo non dovrebbe essere considerata una "bad bank" perchè il progetto su cui si ragiona non prevede l'utilizzo di denaro pubblico. La società non opererebbe con una licenza bancaria e sarebbe gestita da professionisti del real estate.

Questo piano "è pensato per completare l'attuale riforma bancaria, ma non porterà alla creazione di una bad bank, mossa che richiede l'utilizzo di risorse finanziarie pubbliche", dice una fonte della Banca di Spagna.   Continua...