PUNTO 1 - Italia in linea con Ue, condivisione su taglio spese - Grilli

lunedì 23 aprile 2012 14:36
 

(Accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni Grilli e contesto)

* Grilli: nessuno chiede nuova manovra, neppure Fmi

* Pareggio condizione sufficiente per Fiscal compact

* Serve condivisione su spending review

di Giuseppe Fonte

ROMA, 23 aprile (Reuters) - Le manovre già varate consentono all'Italia di garantire il pareggio di bilancio strutturale nel 2013 e di rispettare il criterio di riduzione del debito previsto dal Fiscal compact, il nuovo Patto di stabilità europeo.

Il vice ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, cerca di fugare i dubbi sulla tenuta del bilancio pubblico italiano dopo che nel Def, il Documento di economia e finanza, il governo ha alzato la previsione di deficit per l'anno prossimo allo 0,5% dallo 0,1% indicato a dicembre.

"La correzione c'è ed è sufficiente", ha detto Grilli in audizione alla Camera, ricordando che le manovre del 2011 puntano a ridurre l'indebitamento di oltre 81 miliardi al 2014.

Nonostante l'aumento dell'obiettivo di deficit nominale, il vice di Mario Monti a Via XX settembre ribadisce che l'Italia si è impegnata a garantire il pareggio di bilancio nel 2013 in termini strutturali, cioè al netto della componente ciclica e delle una tantum. E il governo, nel Def, punta a un bilancio strutturale in avanzo di 0,6 punti di Pil l'anno prossimo.   Continua...