Spesa ministeri calerà di 13 mld in due anni-Giarda a Messaggero

lunedì 23 aprile 2012 08:53
 

MILANO, 23 aprile (Reuters) - La spesa dei ministeri diminuirà di 13 miliardi tra quest'anno e il prossimo. Lo scrive il quotidiano Il Messaggero, citando una conversazione col ministro dei Rapporti col Parlamento Pietro Giarda, al quale il governo ha affidato il compito di elaborare la 'spending review'.

Giarda rimanda alle cifre contenute nel Def, recentemente presentato dal governo: la tabella sul conto economico delle amministrazioni centrali indica la riduzione della spesa corrente delle amministrazioni centrali da 352 a 342 miliardi quest'anno e poi a 339 miliardi nel 2013.

"L'ulteriore salto di qualità che l'Italia sta perseguendo deve essere ancora interamente percepito nella sua portata" dice Giarda al quotidiano.

Il ministro spiega poi che "quando si tratterà di passare dai progetti ai fatti occorrerà una vera e propria task force", aggiungendo comunque di aver avuto "collaborazione piena dai ministri e dalle strutture ministeriali".

A proposito di 'spending review', in un'interivsta al Corriere della Sera, il ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri spiega di voler dare il proprio contributo puntando a ridurre del 10% i dipendenti civili del Viminale, "grazie ad uno scivolo, un pensionamento anticipato, senza traumi".

"Dopodiché, invece di riassumere una quota pari al 30% del personale, come potremmo fare in astratto con la cifra risparmiata, ne riassumeremo solo il 10%. Il resto dei soldi verrebbe accantonato" spiega la Cancellieri, che aggiunge: "se il governo mi dà l'ok, vado dai sindacati".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia