Lavoro, Confindustria chiede modifiche su flessibilità in entrata

venerdì 16 marzo 2012 15:46
 

MILANO, 16 marzo (Reuters) - La Confindustria chiede al governo di rivedere le proposte sulla flessibilità in entrata nell'ambito della riforma del lavoro e di tornare al testo che il ministro Elsa Fornero "ci aveva fatto vedere alcuni giorni fa e che avevamo sostanzialmente approvato".

Lo ha detto oggi a Milano il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia.

"Abbiamo una forte preoccupazione sulla flessibilità in entrata", ha detto la Marcegaglia.

"L'ultimo testo che abbiamo visto l'altro giorno era un testo che non andava bene, perchè prevede anche sulle forme di buona flessibilità, ovvero l'apprendistato e i contratti a termine, un aumento di costo significativo, maggiore burocrazia e soprattutto incertezza", ha aggiunto la Marcegaglia, che ha chiesto a questo proposito modifiche al governo.

"Chiediamo al governo di rivedere queste proposte sulla flessibilità in entrata e di tornare alla precedente proposta che vedeva alcune forme di lotta alla cattiva flessibilità (...) ma noi non possiamo accettare un aumento di costo e di burocrazia sulla buona flessibilità".

Il presidente di Confindustria, quando le è stato chiesto se firmerà l'accordo sulla riforma del lavoro, ha risposto: "Vediamo, prima trattiamo e cerchiamo di vedere se è possibile fare un buon accordo, che è negli interessi di tutti. Se dov'essero prevalere e mantenersi i testi che abbiamo visto, sarebbe certamente un problema. Auspichiamo e pensiamo che ci sia ancora spazio per fare un accordo".

(Elisa Anzolin)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia