Treasuries Usa deboli dopo dati occupazione in crescita

venerdì 9 marzo 2012 15:19
 

NEW YORK, 9 marzo (Reuters) - I prezzi dei titoli di Stato statunitensi cedono terreno dopo i dati che hanno mostrato una solida crescita dell'occupazione nel mese di febbraio.

Il mercato del lavoro Usa lo scorso mese ha visto la creazione di 227.000 posti, con il tasso di occupazione stabile a un minimo di tre anni dell'8,3%. Si tratta di dati incoraggianti per chi pensa che gli Usa si stiano muovendo verso una fase più sicura di ripresa economica, la meno incline a shock improvvisi dalla crisi finanziaria del 2008.

"Penso che inizieranno i dibattiti sulla possibilità che la Fed abbandoni la sua politica monetaria ultra accomodante prima del previsto", commenta Omer Esiner di Commonwealth Foreign Exchange a Washington.

Un'economia più forte significa tassi di interesse più alti e debolezza per i Treasuries, investimenti con rendimenti così bassi da essere attraenti soltanto durante momenti di tensione sui mercati finanziari.

I dati odierni comunque non hanno convinto in pieno i mercati e le vendite di debito governativo sono contenute, con i cali delle scadenze più lunghe - quelle che hanno perso di più -che non sono arrivati al punto pieno.

"Non penso che sia un dato che cambia le carte in tavola, siamo ancora in una ripresa moderata", osserva Sean Incremona, economista di 4Cast a New York.

Intorno alle 15,10 italiane il benchmark decennale cede 3/32 e rende il 2,03%. Il trentennale arretra di 6/32 con un rendimento del 3,18%.

  Continua...