Fisco, per delega governo pensa a emendamenti testo Tremonti-fonte

giovedì 8 marzo 2012 16:00
 

ROMA, 8 marzo (Reuters) - Per non allungare i tempi dell'esame in Parlamento, il governo sta tornando all'idea di modificare il disegno di legge delega già esistente senza ricorrere al varo di un nuovo testo.

Lo riferisce una fonte governativa spiegando che del tema si discuterà domani in Consiglio dei ministri.

"C'è un problema di opportunità: per non perdere tempo si sta tornando all'ipotesi di modificare la delega già esistente", spiega la fonte riferendosi al provvedimento presentato nel luglio scorso dal precedente governo di Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti.

Mario Monti deve riscrivere la delega fiscale perché le ultime manovre correttive hanno ampiamente attinto a buona parte delle fonti di copertura a suo tempo indicate da Tremonti: armonizzazione delle rendite finanziarie, aumento dell'Iva e delle accise.

Il nuovo testo, secondo quanto si legge nell'Atto di indirizzo sulla politica fiscale, confermerà lo spostamento del prelievo dalle imposte dirette a quelle indirette e rimetterà mano alla tassazione dei redditi finanziari.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia