Italia, agenda riforme, se realizzata, rafforzerà profilo debito-S&P

giovedì 8 marzo 2012 09:15
 

NEW YORK, 8 marzo (Reuters) - L'agenda di riforme italiana, se realizzata a pieno, potrebbe portare ad un rafforzamento del profilo di debito del paese. A dirlo è John Chambers, numero uno del comitato responsabile dei rating sovrani di Standard & Poor's.

"Riteniamo che (Monti) abbia una forte agenda di riforme. Se riesce a rimanere in sella per tutto il suo mandato e realizzare questa agenda, metterà l'Italia su un percorso di crescita molto più robusto e ne migliorerà marcatamente la dinamica di debito" ha affermato Chambers in un'intervista telefonica con Reuters ieri notte.

S&P ha recentemente ridotto il rating sovrano italiano a BBB+, appena tre gradini sopra il livello 'spazzatura'.

Riguardo alle due operazioni di finanziamento a lungo termine condotte dalla Bce tra la fine di dicembre e la fine di febbraio Chambers parla di "palliativo" e non di "cura"; ma riconosce che si tratta di un provvedimento che "dà ai leader europei tre anni per affrontare alcune delle misure strutturali".

L'operazione di finanziamento, prosegue Chambers, "ha portato giù i tassi su molte, sebbene non tutte, curve di rendimenti governativi che si erano deteriorate pesantemente nel quarto trimestre.".

"Ma il mercato è volubile, e i tassi di interesse possono impennarsi ancora se la politica non approfitta dell'opportunità offerta dal finanziamento per fare le (...) riforme" spiega l'esponente di S&P.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia