Grecia, danni per oltre 1.000 miliardi da default disordinato-IIF

martedì 6 marzo 2012 09:34
 

LONDRA, 6 marzo (Reuters) - Un default disordinato della Grecia richiederebbe con probabilità un sostegno esterno a Spagna e Italia per fermare la minaccia di contagio e potrebbe causare danni alla zona euro per oltre mille miliardi di euro.

L'allarme arriva dall'Insitute for International Finance (IIF) che rappresenta i principali creditori privati della Grecia.

"Ci sono alcune conseguenze molto importanti e dannose che deriverebbero da un default disordinato sul debito pubblico delle Grecia", dice l'IIF in un documento ottenuto da Reuters da una fonte di mercato.

"E' difficile sommare tutte le eventuali passività con un certo grado di precisione, anche se è difficile pensare come non possano superare i mille miliardi", aggiunge il documento datato 18 febbraio e riservato all'interno dell'associazione.

L'IIF vuole che i creditori privati che detengono titoli di stato ellenici firmino entro la scadenza di giovedì l'accordo relativo allo swap finalizzato a fare risparmiare ad Atene oltre 100 miliardi di euro e a mettere il paese su un sentiero di risanamento più stabile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia