Grecia, offerta su debito a privati è definitiva - Venizelos

lunedì 5 marzo 2012 16:22
 

ATENE, 5 marzo (Reuters) - L'offerta di scambio a disposizione dei detentori di carta pubblica greca, condizione per l'erogazione del secondo pacchetto di aiuti internazionali ad Atene, rappresenta per gli obbligazionisti privati la migliore delle chance possibili.

Lo dice in un'intervista a Reuters il ministro delle Finanze greco Evangelos Venizelos a tre giorni dalla chiusura dell'operazione di swap.

Secondo il responsabile alle Finanze, i termini dell'offerta messi a punto in febbraio dopo mesi di duri negoziati sono favorevoli e la Grecia non esiterà a far scattare la legge che impone di aderire all'offerta anche ai portatori di obbligazioni che non intendessero volontariamente sottoscriverla.

"Chiunque creda di non aderire all'offerta oggi per poi venire integralmente rimborsato si sbaglia: se necessario siamo pronti ad attivare la 'collective action clause'" spiega.

Raggiunto dall'Erogruppo del 21 febbraio scorso, l'accordo prevede che gli investitori subiscano una svalutazione nominale di 53,5%, che equivale a una perdita reale di 73-74%, sulle posizioni in governativi greci.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia