1 marzo 2012 / 18:04 / 6 anni fa

Mps, disputa tra creditori rallenta vendita quota Fondazione - fonti

MILANO, 1 marzo (Reuters) - La disputa tra i creditori su come ripartire i proventi dell‘attesa cessione di una quota fino al 15% di Banca Mps da parte della Fondazione Montepaschi sta rallentando il processo di vendita e rischia di diminuire le possibilità di chiudere un accordo lucrativo.

Lo dicono diverse fonti coinvolte nel dossier, che ormai da settimane impegna il principale azionista della banca senese e un nutrito numero di banche, in prevalenza estere, che vogliono rientrare di una cospicua parte del debito da 1,1 miliardi di euro, garantito da un pegno sulle azioni in mano alla Fondazione.

La Fondazione Mps, che controlla il 49% della banca, si è impegnata a vendere fino al 15% della quota per convincere i creditori a rinegoziare il debito residuo dopo la scadenza della moratoria che, finora, ha ottenuto fino al 15 marzo.

I dodici creditori hanno finora risposto freddamente alle richieste di allungare i tempi.

I diversi contratti stipulati tra Fondazione e le banche sono tali da lasciare qualche creditore svantaggiato rispetto ad altri in caso che venga venduta una quota.

“La Fondazione è pronta a vendere la quota per rimborsare i creditori, facendo questo passo storico di ridurre la sua partecipazione nel Monte dei Paschi”, ha detto una fonte.

“E’, però, importante che tutti i creditori facciano uno sforzo per allineare gli interessi in modo che nessuno possa avere vantaggi”, ha aggiunto.

La parte principale del debito, pari a 520 milioni circa, è nelle mani di un pool di undici banche, guidato da JP Morgan. A parte, Credit Suisse vanta circa 300 milioni dalla Fondazione, mentre Mediobanca, che è anche adviser dell‘ente per la vendita, deve avere circa 190 milioni ed è anche titolare di una piccola altra quota di credito nell‘altro tavolo.

FONDAZIONE SMENTISCE BANCHE CREDITRICI

A complicare ulteriormente il quadro è il fatto che parte del debito riferito a Credit Suisse e Mediobanca è sotto forma di derivati, dicono due fonti bancarie.

“Ogni banca ha differenti diritti, basati su differenti contratti”, dice una fonte.

“Il fronte dei creditori non è unito”, aggiunge un‘altra fonte.

Ieri, la Fondazione ha pubblicamente sollecitato i creditori a sbloccare la quota di azioni tenuta in pegno e congelata dallo standstill, in modo da avere mani libere per le trattative per la cessione.

“Non ci sono ancora risposte”, ha detto una fonte.

Oggi, la Fondazione senese ha smentito di aver ricevuto la liberatoria formale chiesta alle banche creditrici.

La Fondazione ha contatti con diversi investitori nazionali, secondo quanto riferito ad inizio settimana da alcune fonti, ma i nomi circolati finora, incluso quello di Carlo De Benedetti con la Cir, non trovano conferme.

Le uniche manifestazioni d‘interesse concrete, secondo diverse fonti, sono state formulate dagli operatori di private equity Clessidra ed Equinox. Una delle fonti, però, smentisce che le società guidate da Claudio Sposito e Salvatore Mancuso abbiano siglato un‘alleanza. “Non è vero che c‘è un accordo”, dice la fonte, facendo riferimento ad un articolo di stampa di oggi.

Al momento, secondo le fonti, Equinox ha manifestato la disponibilità ad acquisire l‘intero pacchetto azionario di Mps messo in vendita dalla Fondazione, “nel quadro di un progetto industriale e per garantire la stabilità della banca”, dice una delle fonti. L‘investment company, però, vorrebbe comprare le azioni a sconto rispetto alle attuali quotazioni borsistiche e pone vincoli di governance difficilmente accettabili a Siena.

Clessidra, invece, è interessata ad un pacchetto del 4,5-5% del capitale, ma, a sua volta, ha posto sul tavolo, secondo le fonti, sia un tema di prezzo, sia questioni di governance.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below