Liberalizzazioni, con norme commissioni Italia non in linea con Occidente - Aibe

giovedì 1 marzo 2012 17:46
 

ROMA, 1 marzo (Reuters) - Le norme del decreto liberalizzazioni che tagliano le commissioni bancarie portano l'Italia fuori dalla normativa applicata negli altri Paesi occidentali, secondo l'Associazione delle banche straniere in Italia, che chiede al governo una marcia indietro.

La norma "crea naturalmente grande preoccupazione nelle Banche Estere che si troverebbero nella condizione di non poter offrire al mercato strumenti consolidati in uso in tutti i paesi come le linee di credito confermate o l'organizzazione di pool bancari", si legge nella nota.

Tali strumenti si applicano in particolare nei finanziamenti di progetti in infrastrutture.

L'Aibe "si augura che tali disposizioni possano essere riviste per mantenere il funzionamento del mercato finanziario italiano allo stesso livello dei paesi occidentali".

Oggi il comitato di presidenza dell'Abi ha rassegnato le sue dimissioni contro la norma che taglia le commissioni su crediti e fidi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia