Treasuries Usa, prezzi in calo, scema propensione verso asset sicuri

giovedì 1 marzo 2012 16:27
 

NEW YORK, 1 marzo (Reuters) - I prezzi dei Treasuries Usa sono in calo mentre diversi fattori contribuiscono a deprimere l'appetito degli investitori verso i più sicuri titoli del debito americano e mantengono il mercato obbligazionario sulla difensiva.

Gli ultimi dati macro mostrano un calo delle nuove richieste di sussidi di disoccupazione settimanali, suggerendo che il mercato del lavoro acquista slancio.

Poco prima della pubblicazione dei dati sull'occupazione, l'Isda (International Swaps and Derivatives Association) ha detto che l'evoluzione recente della situazione greca in preparazione alla ristrutturazione del debito pubblico del paese non comporta l'attivazione dei credit default swap.

Il Comitato era stato interpellato per valutare se si fosse verificato il cosiddetto 'credit event' come conseguenza della nuova legislazione greca che potrebbe costringere tutti gli obbligazionisti ad accettare perdite sui titoli detenuti e dopo la Bce si è adoperata per evitare la svalutazione del proprio portafoglio di obbligazioni greche.

I 15 membri del Comitato dell'Isda hanno votato all'unanimità che quanto avvenuto non corrisponde alla definizione di evento creditizio

"Se non c'è un evento creditizio sui Cds c'è meno bisogno di rifugiarsi sui titoli del debito più sicuri e quindi si possono anche vendere dei Treasuries", commenta Cary Leahey, managing director ed economista a Decision Economics di New York.

Inoltre l'effetto benefico dell'iniezione di liquidità effettuata ieri dalla Bce nel sistema, continua a fare vedere i suoi effetti, favorendo i mercati periferici del debito europeo e in particolare Italia e Spagna.

L'allentamento delle tensioni su questi mercati rappresentano uno svantaggio per i più sicuri titoli Usa.

L'andamento positivo della borsa Usa è un ulteriore fattore che deprime oggi il mercato obbligazionario americano.   Continua...