PUNTO 1-Bce inietta 530 mld fondi a 3 anni, richieste da 800 banche

mercoledì 29 febbraio 2012 17:12
 

(Riscrive aggiungendo commenti e contesto)

FRANCOFORTE/MILANO, 29 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea ha assegnato stamane 529,531 miliardi di euro di fondi alle banche nella seconda operazione straordinaria di finanziamento a tre anni che dovrebbe sostenere le attese di un ulteriore abbassamento del costo di finanziamento per i paesi dell'area euro maggiormente colpiti dalla crisi finanziaria.

Con i 489 miliardi del primo p/t triennale dello scorso 21 dicembre, in due mesi Francoforte ha iniettato nel sistema finanziario europeo complessivamente più di mille miliardi di euro di liquidità, con l'obiettivo dichiarato di evitare lo spettro di un nuovo credit crunch.

"L'operazione aumenta in modo significativo l'eccesso di liquidità del sistema e si rivelerà molto positiva per il 'risk trade'. Ne dovrebbero beneficiare i governativi italiani e spagnoli così come i mercati azionari", ha commentato lo strategist di Unicredit Luca Cazzulani.

L'operazione odierna, a rubinetto e al tasso risultante dalla media delle operazioni principali (ora all'1%) che verranno effettuate nel corso della vita del finanziamento, ha registrato richieste da parte di 800 banche, contro le 523 che si erano rivolte alla Bce in occasione del p/t di dicembre.

Le banche italiane, a quanto rierisce un'autorevole fonte bancaria, hanno partecipato al p/t odierno per un ammontare simile ai 116 miliardi della analoga operazione di dicembre .

PIU' LIQUIDITA' PER SOSTENGO MERCATO ED ECONOMIA REALE

Oltre a essere superiore all'importo del primo finanziamento triennale, il risultato odierno ha superato, sebbene di poco, anche le attese della vigilia: l'ultimo sondaggio Reuters indicava una previsione di rischieste per 500 miliardi di euro.   Continua...