Debiti Pa, si lavora su direttiva Ue ma ci sono vincoli di bilancio-Passera

mercoledì 29 febbraio 2012 13:41
 

BRUXELLES, 29 febbraio (Reuters) - Il ministro per lo Sviluppo economico Corrado Passera ha confermato l'impegno del governo a risolvere la questione dei crediti delle aziende ancora non pagati dalla pubblica amministrazione, ma ha sottolineato che per quanto riguarda i debiti della Pa bisogna tener conto dei vincoli di bilancio.

Passera si trova alla Commissione europea per un incontro con il Vice presidente e commissario agli Affari economici Olli Rehn e con il commissario all'Energia Günther Oettinger.

"Il nostro impegno è di adottare la direttiva sui pagamenti in anticipo rispetto ai termini europei. Ma una cosa è il privato, un'altra cosa è il pubblico," ha detto Passera rispondendo ai giornalisti.

Il ministro ha spiegato i diversi tempi dei pagamenti motivandoli con il fatto che "per il pubblico bisogna tener conto nell'adozione di questa direttiva dei vincoli e degli impegni di equilibrio della finanza pubblica che il governo ha preso nei confronti dei cittadini e dell'Europa".

Passera ha aggiunto che "c'è un grande impegno da parte nostra a risolvere il problema dell'impagato. Sappiamo che è di grandissima importanza. Ma deve essere compatibile con gli obiettivi di bilancio".

I fornitori della pubblica amministrazione italiana vantano crediti stimati fra i 60 e i 70 miliardi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia