Prima casa, crisi riflessa in calo richieste mutui - Mutui.it

mercoledì 29 febbraio 2012 12:23
 

MILANO, 29 febbraio (Reuters) - Rispetto a novembre 2010, prima che in Europa si acuisse la crisi del credito contagiando il mercato nazionale, risultano in calo di circa 9% le somme richieste dagli italiani alle banche per la concessione di mutui relativi all'acquisto della prima casa.

Basato sull'analisi di oltre 400.000 domande presentate negli ultimi tre mesi, un rapporto a cura di Mutui.it rileva inoltre un aumento dell'età nei sottoscrittori dei prestiti.

"A novembre 2010, prima dell'esplosione della crisi economica, l'importo medio dei finanziamenti era pari a 160.000 euro, oggi si attesta a 146.000 euro", si legge in un comunicato del broker.

Le condizioni generalmente più restrittive imposte dalle banche si riflettono inoltre nella caduta del rapporto 'loan to value' - il valore del finanziamento richiesto rispetto a quello dell'immobile - passato a 63% rispetto al 75% di novembre 2010.

Sale da 36 a 37 anni l'età media delle richieste, mentre di fatto costanti restano il valore medio dell'immobile e la durata del finanziamento pari a circa 25 anni.

"La richiesta di mutui a tasso variabile ormai eguaglia quella di mutui a tasso fisso (42% Vs 43%), mentre solo un anno fa quest'ultima raccoglieva ben il l 47% delle domande (27% per il variabile puro)", si legge nel comunicato.

"Il fenomeno si spiega considerando i tassi attuali particolarmente alti che, con gli aumenti degli spread imposti dalle banche, fanno preferire il ricorso al variabile".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia