Liberalizzazioni, stop commissioni banche su crediti, affidamenti e scoperti

martedì 28 febbraio 2012 18:32
 

ROMA, 28 febbraio (Reuters) - Niente commissioni bancarie su linee di credito, affidamenti e scoperti.

Lo prevede un emendamento, approvato dalla commissione Industria del Senato al decreto legge sulle liberalizzazioni, che ha come primo firmatario Anna Rita Fioroni del Partito democratico.

"Sono nulle tutte le clausole comunque denominate che prevedano commissioni a favore delle banche a fronte della concessione di linee di credito, della loro messa a disposizione, del loro mantenimento in essere, del loro utilizzo anche nel caso di sconfinamenti in assenza di affidamento ovvero oltre il limite del fido", stabilisce l'emendamento.

Approvato anche un altro emendamento, proposto in primis dal senatore del Pd Nicola Latorre, che prevede la cancellazione d'ufficio per le ipoteche perenti, cioè le ipoteche accese sui vecchi mutui già estinti all'epoca dell'entrata in vigore del pacchetto di liberalizzazioni voluto nel 2006 dall'allora ministro Pierluigi Bersani.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia