Banche Italia verso p/t Bce 3 anni con 40 mld nuovi bond garantiti

martedì 28 febbraio 2012 18:48
 

di Giulio Piovaccari

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Le banche italiane si apprestano ad affrontare il secondo finanziamento a lungo termine della Bce, in calendario domani, con quasi 40 miliardi di nuovi bond garantiti utilizzabili come collaterale nell'operazione.

È questa la cifra del nuovi bond con garanzia statale che le banche italiane hanno emesso a partire dallo scorso 23 dicembre, all'indomani del primo finanziamento triennale dell'istituto centrale, secondo quanto calcolato da Reuters alle 18.45 di oggi in base agli avvisi di Borsa italiana relativi all'ammisione alle contrattazioni dei bond sul mercato Mot.

Dopo i 40,4 miliardi di bond emessi dalle banche il 21 dicembre, in tempo per partecipare al primo p/t a tre anni, dal 23 dicembre a oggi sono arrivati sul Mot bond garantiti per quasi 40 miliardi, portando così il totale del ricorso alle garanzie statali a circa 80 miliardi.

La cifra potrebbe salire ancora a seguito delle richieste dell'ultimo minuto: le banche hanno ancora infatti a disposizione la seduta di domani per quotare sul Mot bond garantiti dallo Stato in tempo utile per portare tali titoli come collaterale nel finanziamento triennale in banca centrale.

Al finanziamento triennale di dicembre le banche italiane hanno ottenuto fondi per 116 miliardi di euro (per un rifinanziamento netto di 60) sui 489 miliardi complessivi allocati.

A differenza della prima tornata di bond garantiti - meno di 15, concentrati per 32,5 miliardi su 40,4 totali nelle maggiori banche nazionali - i titoli emessi dopo il finanziamento Bce di dicembre fanno invece capo ad un numero molto elevato di soggetti, tra cui numerosissime banche di medio-piccole dimensioni.

Tra i big del settore bancario italiano, Unicredit ha emesso bond garantiti per complessivi 12,5 miliardi, dopo i 7,5 miliardi già emessi in concomitanza col primo finanziamento.

Alcuni giorni fa l'AD della banca Federico Ghizzoni ha però dichiarato che Unicredit parteciperà al prossimo p/t della Bce "con un ammontare non molto significativo".   Continua...