Consiglio Ue, Paesi sotto scrutinio rispettino impegni su target-bozza

lunedì 27 febbraio 2012 17:24
 

BRUXELLES, 27 febbraio (Reuters) - Gli Stati europei che hanno suscitato l'incertezza degli investitori devono attenersi scrupolosamente agli obiettivi di finanza pubblica stabiliti a livello Ue e, laddove necessario, procedere a una revisione della normativa fiscale che la renda più efficiente.

E' quanto si legge in una bozza delle conclusioni del vertice Ue in programma per il primo e il 2 marzo a Bruxelles.

Il documento si sofferma anche sulla necessità di rilanciare la crescita e l'occupazione e di rafforzare il Mercato Unico.

"I Paesi sottoposti a programmi di aiuto o allo scrutinio dei mercati devono aderire ai target concordati mentre quelli con maggiore margini dovrebbero lasciare operare del tutto gli stabilizzatori automatici", si legge nella bozza.

"Nel consolidare gli sforzi intrapresi, deve essere data priorità alla spesa che costituisce un investimento per la crescita, con particolare enfasi all'istruzione, la ricerca e l'innovazione".

Il documento dice che laddove necessario i Paesi membri dovrebbero rivedere le normative fiscali con l'obiettivo di renderle "più efficaci ed efficienti, eliminare esenzioni ingiustificate, allargare la base imponibile, spostare le tasse dal lavoro e combattere l'evasione fiscale".

In linea con le richieste avanzate recentemente anche dal presidente del Consiglio Mario Monti, il Consiglio europeo sottolinea l'importanza di completare il Mercato Unico, rafforzandone la governance.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia