Italia, progressi notevoli su conti, G20 vigile su greggio-Visco

sabato 25 febbraio 2012 19:15
 

di Francesca Landini

CITTA DEL MESSICO, 25 febbraio (Reuters) - L'Italia ha messo in sicurezza i propri conti pubblici e ora deve lavorare sulla crescita, in modo da ridurre la profondità e la durata della recessione.

Questa è la sollecitazione del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, che oggi e domani partecipa a Città del Messico alla riunione dei ministri delle Finanze e dei banchieri centrali del Gruppo delle Venti maggiori economie avanzate ed emergenti.

"Dal lato del bilancio italiano, c'è una messa in sicurezza dei conti pubblici notevole, ora bisogna insistere sulla crescita, sia in Italia, sia a livello europeo", dice Visco nel corso di un briefing con i giornalisti prima dell'avvio delle riunioni.

Ai giornalisti che gli chiedevano cosa fosse cambiato in Italia dalla precedente riunione G20, a inizio novembre, quando Roma era stata messa sotto i riflettori per i suoi ritardi nel consolidamento dei conti pubblici e nelle riforme strutturali, Visco ha risposto: "L'Italia sta procedendo nelle riforme, è un processo che deve essere organico, completo e siamo tutti impegnati ad ottenere risultati duraturi". Aggiungendo: "Rimane l'idea che bisogna verificare la risposta dell'Italia" alle sollecitazioni internazionali per le riforme.

A una domanda sul fatto che venerdì scorso il governo abbia fatto slittare la creazione di un fondo dove dovrebbero confluire i proventi della lotta all'evasione da redistribuire ai cittadini sotto forma di minori tasse, Visco si è limitato a dire "quando i soldi ci sono, si redistribuiscono".

TENSIONI SALGONO SU PETROLIO

Nella riunione del Gruppo dei Venti di questi giorni si parlerà soprattutto del secondo piano di aiuti alla Grecia e di come sarà attuato e si discuterà dello stato dell'economia globale, ha detto Visco, che in questo ambito ha richiamato l'attenzione sui rischi derivanti dal rialzo del prezzo del petrolio.   Continua...