Zona euro,aumento limite Esm assicurerebbe supporto Fmi - Rehn

giovedì 23 febbraio 2012 14:40
 

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - La Commissione europea vuole che i leader della zona euro acconsentano ad ampliare il fondo salva stati europeo per spingere il Fmi a dare maggiore sostengo alle economie europee in difficoltà, nonostantele risistenze della Germania.

Lo ha detto ilcommissario europeo agli Affari economici e monetari Olli Rehn.

Sono in molti, sia funzionari europei che investitori, a proporre che vengano combinate le forze dei due fondi europei salva-stati, quello temporaneo, l'Efsf, e quello permanente, l'Esm, e ad auspicare che si possa raggiungere un'intesa in merito summit europeo di Bruxelles la prossima settimana.

Una soluzione cui è favorevole il Fmi ma che trova le resistenze della Germania. La Cancelliera tedesca Angela Merkel ieri ha ribadito come non sia necessario aumentare le dimensioni dell'Esm oltre i 500 miliardi di euro.

Rehn tuttavia ha sottolineato come andare oltre il limite dei 500 miliardi sia cruciale per la fiducia degli investitori e e la crescita economica.

"E' un processo di negoziazione" ha detto Rehn rispondendo a una domanda sulla posizione ufficiale di Berlino sul tema.

Combinando le risorse di Esm e Efsf si arriverebbe 750 miliardi di euro di fondi, ma Rehn ha rifiutato di discutere qualsiasi cifra. L'Esm diventerà operativo da luglio.

"Il compito della Commissione è di dire la verità così come la vediamo e vediamo che [la combinazione tra i due fondi] è essenziale per superare la crisi e ritornare alla ripresa e alla crescita".

Rehn ha messo ha sottolineato come un accordo che dimostrasse la volontà dei Paesi europei a creare un adeguato fondo di salvataggio aiuterebbe a convincere le più grandi economie mondiali a incrementare le risorse del Fondo monetario internazionale.   Continua...