Evasione, blitz Gdf a Pesaro per il carnevale, 31% irregolarità

giovedì 23 febbraio 2012 08:45
 

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - La Guardia di Finanza di Pesaro e Urbino ha effettuato un centinaio di controlli fiscali martedì scorso in strutture particolarmente coinvolte dal Carnevale, riscontrando irregolarità nel 31% dei casi.

I controlli -- sullo stile di quelli già realizzati nei mesi scorsi a Cortina, Milano, Napoli e altre città -- sono stati effettuati a Pesaro, Acqualagna, Auditore, Cagli, Fano, Fermignano, Fossombrone, Gabicce Mare, Gradara, Piandimeleto, Sant'Angelo in Vado, Sassocorvaro e Urbania, spiega una nota della Gdf.

Gli interventi si sono concentrati soprattutto sul rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali.

In tutto sono state eseguite 116 ispezioni, con la constatazione di 36 irregolarità, per un'incidenza del 31% sul totale degli interventi svolti.

La località dove è stato registrato il maggior numero di irregolarità nel rilascio dei documenti fiscali è risultata Pesaro, con 14 mancate emissioni (39%), seguita da Fano con sei (17%) e da Fermignano con tre (8%).

Delle categorie degli esercenti controllate, spiega la nota, quella con la più alta incidenza di irregolarità nelle ispezioni è risultata la categoria dei ristoranti, pizzerie e bar.

In totale, sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di circa 20.000 euro.

Sono state controllate anche 20 auto di grossa cilindrata che costituiranno la base per l'accertamento della reale capacità contributiva degli utilizzatori.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia