PUNTO 1 - Fisco, Monti stringe su evasione per futuro calo tasse

martedì 21 febbraio 2012 13:56
 

(Aggiunge misure contro evasione)

ROMA, 21 febbraio (Reuters) - Con una nuova stretta sugli evasori fiscali il governo vuole porre le basi per una prima riduzione, anche temporanea, della pressione tributaria nel 2014.

È quanto emerge dalla bozza del decreto legge che sarà venerdì sul tavolo del governo.

Dal 2014 le maggiori entrate "accertate" con la lotta all'evasione fiscale potranno finanziare misure, "anche non strutturali, di sostegno del reddito di soggetti appartenenti alle fasce di reddito più basse, con particolare riferimento all'incremento delle detrazioni fiscali per i familiari a carico", prevede la bozza ponendo tuttavia come precondizione il "rispetto degli obiettivi di finanza pubblica".

Il principio della riduzione fiscale doveva confluire nel nuovo disegno di legge delega sulla riforma fiscale, atteso sempre per venerdì. È possibile quindi che il governo voglia prendere più tempo prima di portare in Cdm un testo definitivo.

STRETTA SU ESPORTAZIONE CAPITALI. L'ELENCO CLIENTI FORNITORI

Corposo il capitolo dedicato a rafforzare l'accertamento fiscale e le sanzioni per chi non dichiara correttamente il proprio reddito, vero obiettivo del decreto.

Si comincia con chi trasferisce o cerca di trasferire denaro all'estero senza fare la dovuta dichiarazione all'Agenzia delle dogane, obbligatoria per le somme superiori a 10.000 euro: la sanzione può arrivare fino al 40% del totale. Aumenta di sei volte, dal 5 al 30% dell'importo contestato, la sanzione amministrativa in caso di violazioni della normativa valutaria.   Continua...