Cina continuerà a investire in debito zona euro-banca centrale

mercoledì 15 febbraio 2012 08:46
 

PECHINO, 15 febbraio (Reuters) - La Cina continuerà a investire in titoli di stato della zona euro. Lo ha detto il governatore della banca centrale del paese, invitando al contempo gli europei a proporre prodotti di investimento più attraenti per la Cina.

Zhou Xiaochuan ha ammesso che la Cina e altri paesi emergenti come Brasile, Russia e India stanno aspettando il momento giusto per aiutare il blocco.

Il governatore della banca centrale ha ricordato che, in occasione dell'ultimo G20, il premier Wen Jiabao ha detto che la Cina è pronta a giocare un maggiore ruolo nella risoluzione dei problemi debitori europei, sottolineando che Pechino non ha ridotto l'esposizione delle proprie riserve alla zona euro.

L'euro ha allungato fino ai massimi di seduta a 1,3163 dollari dopo i commenti di Zhou, nonostante non aggiungessero nulla di nuovo rispetto a quanto dichiarato dalla Cina in passato. Per i trader alcuni investitori erano corti della valuta unica, fattore che ha amplificato il rialzo.

Ancora una volta, una delegazione dell'Unione Europea, questa volta guidata dal presidente del consiglio europeo Herman Van Rompuy e da quello della Commissione Europea Jose Manuel Barroso, è stata accolta con parole incoraggianti ma nessun impegno pubblico concreto di fondi freschi dalla Cina.

Alla Cina, che ha riserve in valuta estera per 3.200 miliardi di dollari, viene attribuita potenza di fuoco sufficiente a salvare alcuni governi europei. Gli analisti stimano che circa un quarto delle riserve in valuta estera siano detenute in strumenti denominati in euro.

Ulteriori dettagli in inglese cliccando su

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia