Grecia, sì del Parlamento a piano austerity, scontri ad Atene

lunedì 13 febbraio 2012 07:30
 

ATENE, 13 febbraio (Reuters) - Il Parlamento greco ha approvato nella notte un nuovo e impopolare piano di austerity al fine di garantire al Paese il secondo pacchetto di aiuti dell'Unione europea e del Fondo monetario internazionale per evitare la bancarotta, mentre ad Atene molti edifici venivano dati alle fiamme e in tutto il Paese si sono verificati episodi di violenza.

Il pacchetto è stato votato da 199 dei 300 parlamentari, mentre 43 deputati dei due partiti nel governo del premier Lucas Papademos, socialisti e conservatori, si sono ribellati votando contro, e sono stati subito espulsi dalle rispettive formazioni.

Cinema, bar, negozi e banche sono stati dati alle fiamme nel centro di Atene dove manifestanti col volto coperto si sono scontrati con la polizia in assetto anti-sommossa fuori dal Parlamento poco prima del voto sulle misure necessarie per ottenere aiuti per 130 miliardi di euro per evitare il fallimento del Paese. -- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia