Grecia, per Schaeuble piani non bastano a raggiungere target-fonti

venerdì 10 febbraio 2012 11:49
 

BERLINO, 10 febbraio (Reuters) - Il ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schaeuble ha detto ai parlamentari conservatori che gli impegni esistenti della Grecia sulle riforme non abbasserebbero il debito a livelli considerati sostenibili, secondo quanto riferito da fonti che hanno partecipato alla riunione.

"Schaeuble ha detto che i piani attuali non consentirebbero alla Grecia di raggiungere l'obiettivo di tagliare il debito al 120% del Pil entro il 2020", ha detto una delle fonti.

Un'altra fonte presente all'incontro ha riferito che il ministro ha detto ai parlamentari che la Grecia raggiungerà soltanto un rapporto debito/Pil del 136% nel 2020 sulla base dei programmi attuali.

Il Fondo monetario internazionale ha dichiarato che il debito greco deve essere ridotto al 120% del Pil per essere sostenibile. Tuttavia l'obiettivo adesso sembra impossibile e ci sono indicazioni che Fmi, Banca centrale europea e Commissione europea accetterebbero un cifra intorno al 125%.

Le dichiarazioni di Schaeuble suggeriscono che ci sono ancora 10-11 punti percentuali da ridurre dal totale del debito per renderlo sostenibile. In termini monetari, questo significa trovare altri 20 miliardi di euro di risparmi, magari tramite una svalutazione dei bond detenuti dalle istituzioni pubbliche.

Secondo la prima fonte, il Cancelliere Angela Merkel ha detto alla stessa riunione che sarebbe pericoloso consentire alla Grecia di andare in default sul debito, aggiungendo che questo potrebbe scatenare "conseguenze incontrollabili".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia