Btp chiudono ai massimi, buoni flussi, spread a 373 pb

lunedì 6 febbraio 2012 17:41
 

 MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Pomeriggio di
consolidamento sui massimi di seduta per il mercato
obbligazionario italiano che ha tenuto lo spread schiacciato in
area 375 pb.	
 I dealer dicono che il clima resta positivo, sostenuto dalla
buona liquidità in circolazione e dalla prospettiva che altra è
in arrivo, elemento che beneficia soprattutto i periferici.	
 "E' un mercato decisamente bullish, grazie alle iniezioni di
fondi elargiti dalla Bce" dice un dealer. "La riprova è che
stamane, sulle incertezze ancora esistenti sulla Grecia,
qualcuno ha cercato di prendere beneficio, ma subito il mercato
si è ripreso".	
 L'attenzione va alla prossima operazione di finanziamento
della Bce a tre anni del prossimo 29 febbraio. Dopo quella di
dicembre con la quale le banche hanno raccolto all'1% 489
miliardi, ora le stesse si stanno preparando alla prossima,
raccogliendo collaterale. 	
 "Il tema importante ora non è più la liquidità, ma la
raccolta di collaterale da presentare a garanzia del
finanziamento e la gente raccoglie titoli" dice un altro.	
 Dalla Grecia stasera non sono emersi altri dettagli. Stamane
un funzionario del governo greco, nello smentire che ci sia una
deadline oggi, ha detto che il governo e i leader dei partiti
greci devono raggiungere un accordo sui termini del secondo
pacchetto di aiuti con gli ispettori del Fondo Monetario
Internazionale e dell'Unione Europea prima del prossimo incontro
dei ministri delle Finanze. 	
 Angela Merkel ha detto oggi ha ribadito oggi che non può
esserci un nuovo piano di aiuti per la Grecia se prima non si
trova un accordo con la Troika dei creditori internazionali e ha
sottolineato la necessità che i pagamenti per interessi siano
effettuati su un conto separato.	
 "Sul mercato c'è però ora la percezione che si andrà verso
una soluzione comunque non di catastrofe come prima" dice un
altro.	
 I valori in chiusura sono ai massimi di seduta (in termini
di prezzo) e in liena con i valori minimi di venerdì. Lo spread
di rendimento tra Btp e Bund decennali, che aveva aperto a 392
pb, in serata è a 373 punti base in linea con i minimi di
venerdì.	
 Il rendimento del Btp decennale, che aveva aperto a 5,825%,
quota 5,627% da 5,591% di venerdì. 	
 Il rendimento del benchmark del Btp a due anni, che era
sceso venerdì sotto la soglia del 3% per la prima volta da metà
giugno 2011, stamane dopo un'apertura a 3,21%, è tornato a
3,06%.	
 Da oggi Tradeweb ha assunto come benchmark del decennale
spagnolo la scadenza 2022, invece del vecchio 2021. Il cambio ha
avuto un buon effetto sullo spread tra Italia (che ha anch'essa
un Btp 2022 come benchmark) con la Spagna che stamane quota 52
pb da area 80 pb venerdì.	
 	
=========================== 17,30 ==============================	
 FUTURES BUND MARZO       138,75   (+0,43)           	
 FUTURES BTP MARZO        102,35   (+0,72)           	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  98,683  (+0,037) 3,061%  	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 95,783  (+0,542) 5,629%   	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 84,895  (+0,283) 6,220%   	
   	
========================= SPREAD (PB)========================== 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 
 	
TREASURY/BUND 10 ANNI    -3,5            0     	
BTP/BUND 2 ANNI           289             287  	
BTP/BUND 10 ANNI        373             378   	
 livelli minimo/massimo              371,7-397,8     372,5-380,7
 	
BTP/BUND 30 ANNI        373             371  	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    256,8           263,8   	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    59,1            53,4  	
=============================================================== 
 	
	
 (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129504, Reuters messaging:
gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net)	
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia