Deficit causati da "buonismo sociale" ora pesano su giovani-Monti

venerdì 3 febbraio 2012 17:06
 

ROMA, 3 febbraio (Reuters) - L'alto livello di debito dell'Italia è dovuto al fatto che per decenni i governo hanno "profuso buonismo sociale" che pesa ora sulle giovani generazioni. Compito dell'attuale governo è quello di riequilibrare le cose per far ripartire la produzione italiana.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti nel corso di un forum a Repubblica tv.

"Perché l'Italia è ridotta un po' male? Perché per decenni i governi hanno avuto troppo cuore ed hanno profuso buonismo sociale", ha detto.

Per il presidente del Consiglio "negli anni 70, 80, 90, i bilanci italiani avevano deficit dell'8-9-10% perché si rispondeva positivamente a tutte le richieste e non c'era consapevolezza di questo finché non è arrivata Maastricht con i suoi vincoli di bilancio".

Così "si creava disavanzo e, anno dopo anno, debito pubblico che è andato a gravare su persone che allora non votavano e che non erano ancora nate: sono i giovani di oggi che non trovano lavoro", ha aggiunto.

Per Monti "più si ha il cuore buono, più si creano condizioni che graveranno su quelli che vengono dopo. Un termine tecnico, termine che non mi piace, ma un governo come il nostro ha il compito di riequilibrare le cose, far ripartire la macchina della produzione italiana e di farlo con attenzione al sociale".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia