PUNTO 1 - Grecia, governi potrebbero dover fornire fino a 145 mld

venerdì 3 febbraio 2012 13:24
 

(Aggiung edettagli)

BRUXELLES, 3 febbraio (Reuters) - I governi della zona euro potrebbero dover fornire fino a 145 miliardi di euro alla Grecia nell'ambito del secondo pacchetto di aiuti al paese. È quanto si apprende da fonti Ue.

Si tratta di una cifra che farebbe aumentare il conto per i partner della Grecia di 15 miliardi rispetto a quanto precedentemente preventivato.

Secondo tali fonti, i soldi in più servirebbero principalmente per la ricapitalizzazione del settore bancario greco, una volta che sarà raggiunto l'accordo per la svalutazione dei titoli di Stato in mano ai creditori privati.

"È soprattutto a causa delle esigenze di ricapitalizzazione delle banche greche per via del PSI (il contributo del settore privato alla riduzione del debito greco", ha affermato una delle fonti.

Una seconda fonte non ha menzionato esplicitamente i 145 milairdi ma ha confermato che tale cifra rapresenta il corretto ordine di grandezza.

Stando alle indicazioni recenti, sembrano ormai in dirittura d'arrivo i colloqui tra Atene e creditori privati per la messa a punto di un piano per la svalutazione del 70% dei bond greci dentenuti da questi ultimi, che permettertebbe la riduzione di circa 100 miliardi del carico debitorio che grava sul paese.

Al momento rimane tuttavia non chiara l'entità di un eventuale svalutazione anche dei bond greci detenuti dal settore pubblico - Bce e banche centrali della zona euro - necessaria per riportare il debito del paese in una situazione di sostenibilità, ovvero quel rappporto debito/pil del 120% entro il 2020 indicato dal Fmi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia