Btp in lieve calo dopo aste Spagna e Francia, spread sotto 400 pb

giovedì 2 febbraio 2012 12:47
 

 MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Btp in calo dopo gli
abbondanti acquisti di ieri, con lo spread che ha tentato una
breve puntata sopra i 400 punti base, in una mattinata
fortemente condizionata dal fattore 'offerta' con oltre 12,5
miliardi di nuova carta francese e spagnola a medio e lungo
termine arrivata sul mercato.	
 "Oggi l'Italia torna un po' indietro ma neanche tanto,
considerando comunque che ci sono state le aste spagnole e
qualcuno ha venduto Btp per acquistare Spagna" spiega uno trader
da Milano.	
 Madrid ha collocato 4,56 miliardi di euro sulle scadenze
2015, 2016 e 2017, sopra al range d'offerta comunicato, di
3,5-4,5 miliardi. Netto il calo dei rendimenti su tutte le
scadenze: rispettivamente al 2,861% dal 3,384%, 3,455% dal
4,021% e al 3,565% dal 5,544%.	
 "Le aste (spagnole) sono andate bene, decisamente in linea
con le aspettative, quindi nessuna sorpresa" commenta lo
strategist di Dz Bank Michael Leister. 	
 Il trader milanese ricorda che con le emissioni effettuate
dall'inizio dell'anno a oggi, la Spagna ha coperto già il 25%
delle esigenze di finanziamento previste per il 2012. 	
 "Sono numeri che permettono ormai di eliminare quasi del
tutto i timori che uno degli emittenti dell'eurozona possa avere
problemi di funding" spiega il trader. "Per questo credo che il
trend sui Btp rimanga positivo, si va verso un riallineamento
sulla Spagna". 	
 Lo spread Italia/Spagna sul decennale si è
stretto dagli oltre 190 punti base di inizio anno agli attuali
circa 115.	
 Sullo sfondo di una situazione comunque incerta sul fronte
greco - anche se negli ultimi giorni sembrano essersi
consolidate le speranze di un'accordo imminente sul piano di
swap dei titoli di Stato detenuti dai creditori privati e un
Eurogruppo straordinario convocato lunedì prossimo - il
differenziale di rendimento tra Btp e Bund decennali si attesta
a fine mattinata, su piattaforma Tradeweb, in area 391 punti
base. Il differenziale era salito poco dopo la comunicazione del
risultato delle aste a quota 402. Ieri pomeriggio lo spread
aveva chiuso a 386 punti base, sui minimi dal 7 dicembre scorso.	
 Il rendimento sul benchmark decennale italiano, pur in
risalita da ieri, si conferma invece per tutta la mattina sotto
la soglia del 6%, con un massimo al 5,83%.	
 "Oggi il cinque anni torna un po' indietro rispetto al
dieci, ma è normale se consideriamo lo steepening fatto da
questo tratto di curva dalle aste di lunedì scorso", commenta un
secondo trader.	
 Il rendimento sul benchmark quinquennale italiano
 risale a fine mattinata in area 4,49%, mentre il
differenziale tra dieci e cinque anni italiano 
tratta attorno ai 140 punti base dai circa i 122 di lunedì
scorso e i circa 90 di metà gennaio.	
 "Credo che la parte intermedia della curva italiana rimanga
comunque ancora il tratto più appetibile" conclude il trader.	
 Da Parigi, invece, sono invece arrivati stamane circa 7,96
miliardi (su un range di 6,8-8 miliardi) di Oat sulle scadenze
2018, 2020 e 2022. In particolare, il nuovo benchmark decennale
francese aprile 2022 è stato assegnato per quasi 5,7 miliardi,
al rendimento del 3,13%.	
 	
=========================== 12,30 ==============================	
 FUTURES BUND MARZO       139,40   (+0,16)           	
 FUTURES BTP MARZO        101,51   (-0,33)           	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  98,376  (-0,016) 3,247%  	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 95,004  (-0,249) 5,737%   	
 BTP 30 ANNI (SET 40) 83,534  (-0,127) 6,339%   	
   	
========================= SPREAD (PB)========================== 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 
 	
TREASURY/BUND 10 ANNI    1,5             0,4  	
BTP/BUND 2 ANNI           308             307  	
BTP/BUND 10 ANNI        391             386   	
 livelli minimo/massimo              382,5-401,9     383,5-417,3
 	
BTP/BUND 30 ANNI        390             388  	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    249,0           247,0   	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    60,2            62,4  	
=============================================================== 
 	
 	
 
 Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia