Btp riduce perdite, titoli in asta in recupero

lunedì 30 gennaio 2012 17:59
 

MILANO, 30 gennaio (Reuters) - Alleggeritosi del peso delle aste, il mercato obbligazionario italiano migliora nel corso del pomeriggio lasciando sul terreno in chiusura perdite più ridotte ai minimi di seduta.

"Il clima sull'Italia è ancora positivo, e quindi ora stiamo recuperando" dice un dealer, "anche se, fino a quando non verrà risolto il problema della Grecia, non si potranno vedere livelli migliori". Le trattative sullo swap del debito greco restano in una fase di stallo, mentre nel week end è emersa l'ipotesi, rigettata con decisione dal governo greco, della nomina di un commissario europeo per sorvegliare i conti pubblici ellenici.

L'altro paese sotto i riflettori è ancora il Portogallo, che però ha una situazione macroeconomica migliore di quella della Grecia. Mercoledì sono in agenda le aste di Lisbona per 1,25/1,5 miliardi di titoli a 3 e 6 mesi.

In Italia intanto, il governo Monti continua sulla strada delle riforme. Venerdì l'esecutivo ha approvato il decreto legge sulla semplificazione burocratica, mentre una bozza del comunicato finale del Consiglio Ue di oggi contiene anche un importante riconoscimento per le liberalizzazioni realizzate la settimana precedente.

Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund decennali, su piattaforma Tradeweb, stasera è tornato in area 430 punti base, dopo un massimo di seduta verso i 440 punti base, dalla chiusura venerdì a 406 pb.

"Al di là del peso delle aste, un po' di storno, dopo tanti giorni di rally, potrebbe portare a una nuova spinta" dice un dealer. "Tra un po', se le cose migliorano si potrebbe ripartire". Il futures sul Btp ha segnato un rialzo di 10 figure (da 90,50 a 100,50) dalla prima decade di gennaio a venerdì scorso.

Stamane il Tesoro italiano ha collocato 7,5 miliardi, nella parte superiore del range di offerta tra 5,5 miliardi e 8 miliardi, a rendimenti in calo ai minimi da ottobre scorso . Nel pomeriggio i prezzi dei titoli in asta hanno visto un buon recupero.

"Sono state aste buone, che hanno mostrato una buona fiducia nei confronti della situazione italiana" dice un dealer.

Il nuovo Btp quinquennale 5/2017, assegnato per 3,6 miliardi a un rendimento (calcolato sul prezzo lordo) di 5,39%, ampiamente al di sotto del 6,47% di metà dicembre - sul precedente benchmark settembre - record dall'introduzione dell'euro. Questo titolo da una quotazione minima sul grey market stamane (per Mts ) a 96,950 (al netto della commissione) stasera segna un prezzo di 97,86, seppur ancora in calo di 1,64 dalla chiusura di ieri. Il rendimento stasera è a 5,27% (calcolato rispetto al prezzo al netto della commissione) in calo rispetto al 5,46% netto risultato all'asta.   Continua...