Vertice Ue, Monti a Bruxelles incontra Merkel e SArkozy

lunedì 30 gennaio 2012 17:43
 

* Summit dovrebbe approvare fondo salva-Stati, disciplina bilancio

* Fino a 20 miliardi per la creazione di posti di lavoro

di Paolo Biondi

ROMA, 30 gennaio (Reuters) - L'insolita immagine di tre leader sorridenti, Mario Monti, Angela Merkel e Nicola Sarkozy, che hanno fatto il loro ingresso insieme nella sala del Consiglio Ue ha aperto oggi pomeriggio la riunione straordinaria dei leader europei, il diciassettesimo appuntamento negli ultimi due anni, da quando la crisi dei debiti sovrani attanaglia l'Europa.

Il vertice di oggi è dedicato alla crescita e all'occupazione ma sull'incontro aleggia lo spettro della crisi con il problema del finanziamento delle cosiddette barriere taglia-fuoco - i fondi salva Stati Esm ed Efsf - e il default della Grecia.

Una fonte governativa italiana si dice ottimista sulla possibilità di raggiungere un accordo in serata sul fiscal compact ossia sul nuovo trattato che prevede regole più stringenti sui bilanci pubblici.

I dati della giornata sono piuttosto negativi: si fatica a trovare un accordo sul debito greco, l'asta portoghese ha mostrato in pieno le difficoltà del Paese iberico con rendimenti che sono arrivati asfiorare il 20%.

Di converso l'asta italiana ha dato buoni risultati dal punto di vista dei rendimenti nettamente in calo (sebbene il decennale sia rimasto, seppure di un soffio, ancora sopra il 6%) ma con qualche problema per il nuovo Btp quinquennale che non è stato possibile piazzare ai livelli massimi dell'offerta dal punto di vista quantitativo.

I segnali restano dunque contrastanti e non sono bastati a sorrisi del troika franco-italo-tedesca a dissiparli.   Continua...