Italia, 'spending review' vuole garantire impegni Ue - Giarda

giovedì 26 gennaio 2012 12:03
 

MILANO, 26 gennaio (Reuters) - Governare la spesa pubblica non è per l'Italia una missione impossibile e scopo del programma 'spending review' è quello di garantire il raggiungimento degli obiettivi di aggiustamento di bilancio sottoscritti in sede Ue nonostante il deterioramento delle condizioni economiche.

Lo dice Piero Giarda, ministro per i Rapporti con il parlamento e incaricato di elaborare un programma di dettagliata revisione delle uscite pubbliche, in un intervento video nel corso del 'Tagliare il debito day' organizzato dal gruppo Class.

"Dal mio punto di vista, obiettivo primario è garantire che in termini strutturali, anno dopo anno, il bilancio del settore pubblico raggiunga l'obiettivo magico del pareggio di bilancio. Questa è la missione del governo" spiega.

Eventuali e possibili interventi straordinari sul debito, aggiunge, "aiuterebbero e darebbero maggiore flessibilità alla politica di bilancio", che potrebbe essere meglio aggiustata al cattivo andamento dell'economia e portare un contributo più incisivo.

Il programma 'spending review' di cui il ministro è responsabile, mira a fare da "cuscinetto di garanzia per conseguire nel 2013 i risultati per cui l'Italia si è impegnata in Europa".

Fissato già dall'esecutivo di Silvio Berlusconi, l'impegno sottoscritto dall'Italia di fronte ai partner comunitari e alla Commissione è quello di portare il bilancio in pareggio l'anno prossimo.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

tercorrezione