Giappone,in 2011 primo deficit commerciale da 1980,dubbi su debito

mercoledì 25 gennaio 2012 08:45
 

TOKYO, 25 gennaio (Reuters) - Nel 2011 il Giappone ha registrato un deficit commerciale annuo per la prima volta dal 1980. E' quanto hanno messo in evidenza i dati diffusi dal ministero delle Finanze. A pesare sulle esportazioni gli effetti del devastante sisma dello scorso marzo, la debolezza delle domanda globale e la forza dello yen.

Nel 2011 il deficit commerciale si è attestato a 2.490 miliardi di yen, pari a 32 miliardi di dollari. E' la prima volta che la bilancia commerciale giapponese è in passivo negli ultimi 31 anni.

Secondo gli analisti, il dato solleva dubbi su quanto a lungo il Giappone potrà ancora continuare a contare sulle esportazioni per finanziare il proprio enorme debito pubblico, senza ricorrere al coinvolgimento di investitori esteri.

A dicembre le esportazioni giapponesi sono calate dell'8,0% rispetto all'anno precedente, scendendo per il terzo mese consecutivo, in linea con le attese degli economisti che avevano pronosticato in un sondaggio Reuters un calo del 7,9%. Nello stesso mese le importazioni sono cresciute dell'8,1%, dato anch'esso sostanzialmente in linea con le previsioni.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia