PUNTO 1-Banche possono comprare Btp senza sottrarre liquidità a imprese-Abi

martedì 24 gennaio 2012 16:54
 

(Aggiunge dettagli)

ROMA, 24 gennaio (Reuters) - Il presidente dell'Abi, Giuseppe Mussari, dice che le banche italiane possono comprare Btp con la liquidità presa dalla Bce senza per questo dover ridurre il credito alle imprese e chiede a Bankitalia di valutare con flessibilità le contestate richieste di ricapitalizzazione fatte dall'Autorità bancaria europea (Eba).

"Una eventuale operatività in Btp delle banche italiane(utilizzando la liquidità presa con il finanziamento a tre anni dalla Banca centrale europea) non sottrae credito alle imprese perchè i Btp sono ugualmente scontabili presso la Bce per prendere altra liquidità", ha detto Mussari, escludendo che ci sia un trade off tra dare credito e prendere Btp, in una audizione alla Camera.

Il problema è legato alla complessa questione che contrappone il sistema del credito italiano alla Autorità bancaria europea.

Eba ha chiesto alle banche in Europa di rafforzare il capitale per coprire il rischio di mantenere titoli del debito sovrano, come quelli italiani, sotto attacco della speculazione.

Per le banche italiane in questione (Unicredit, Mps, Banco Popolare e Ubi) si è trattato di predisporre piani per coprire un buffer aggiuntivo di capitale da 15,4 miliardi.

Mentre Unicredit ha lanciato per la sua parte un aumento da 7,5 miliardi, le altre banche hanno portato in Bankitalia venerdì scorso i piani per soddisfare le richieste dell'Eba, ma senza prevedere aumenti di capitale.

"L'Associazione bancaria italiana - dice Mussari nell'audizione - si augura che la Banca d'Italia adotti un approccio flessibile nella valutazione dei piani di ricapitalizzazione che le banche hanno presentato il 20 gennaio scorso".

Quindi, da un lato le banche dicono che possono usare la liquidità messa a disposizione dalla Bce, e che sarà ancora offerta in una nuova operazione a febbraio, sia per sostenere il credito sia per comprare Btp. Ma dicono anche che i piani presentati per soddisfare le contestate richieste dell'Eba, e che devono essere valutati anche dalla Banca d'Italia, non debbono rischiare di mandare a monte questo circolo virtuoso innescato dalla decisione della Bce di fornire liquidità illimitata.   Continua...