Tip, Nav a 2,6 euro per azione, con recessione in 2012 a 2,4 euro

lunedì 23 gennaio 2012 12:49
 

MILANO, 23 gennaio (Reuters) - Tamburi Investment Partners stima di aver chiuso il 2011 con un net asset value (Nav) di circa 360 milioni di euro, ovvero 2,6 euro circa per azione.

E' quanto si legge nella lettera agli azionisti della merchant bank - firmata da Giovanni Tamburi, Alessandra Gritti e Claudio Berretti -, inviata oggi.

Tip ritiene che non sia possibile, "almeno a breve, né l'esplosione dell'area euro, né il fallimento dell'Italia" e, pertanto, considera "che non ci sia miglior investimento di quello in società industriali tecnologiche, realmente forti, ben gestite, leader di mercato e adeguatamente diversificate".

In ogni caso, la merchant bank ha simulato come varierebbe il valore delle partecipate in caso di recessione in Europa nell'anno in corso e ha stimato che il Nav scenderebbe a 320 milioni, pari a circa 2,4 euro per azione.

Attorno alle 12,30, il titolo Tip perde l'1,28%, a 1,46 euro.

Tip intende "continuare la politica di cauti investimenti anche nel 2012, aprendo nuovi fronti ove ritenuto particolarmente conveniente, con società sempre eccellenti, ma anche accrescendo le quote nelle società già partecipate, in caso di concrete opportunità". La società sta "studiando anche operazioni di controllo, di co-controllo e di maggioranza, più sullo stampo di IPGH/Interpump che pure minoranze".

Nella lettera si legge che Tip è in contatto con sgr collegate a fondi di private equity in vista di aggregazioni.

Quest'anno, prosegue il documento, "verranno richiamate tranches del prestito obbligazionario parzialmente convertibile, già interamente garantito da soci 'ex SeconTip', di 40 milioni di euro, a sette anni, con rimborso 'bullet', con una convertibilità del 20% e con un tasso fisso del 4,25%". Al momento, Tip non vede motivi "per ipotizzare che venga chiesta la sottoscrizione, neanche parziale, dell'aumento di capitale deliberato nel 2010".

Per quanto riguarda il 2011, Tip riferisce di aver investito circa 40 milioni direttamente, "di cui oltre 13 sono andati a Clubtre per ulteriori acquisti di azioni Prysmian, circa 9 per Intercos, circa 8 per Noemalife, circa 5 per Diasorin e circa 3 per Ima ". Altri 2 milioni di euro sono stati investiti in azioni proprie, "nella convinzione che possano continuare ad essere un ottimo investimento".   Continua...