PUNTO 1-Ue, gestione Esm da parte della Bce cruciale per calo tassi-Visco

venerdì 9 dicembre 2011 19:09
 

* Occorre rispettare ossessione tedeschi contro monetizzazione debito

* Con ripresa corso titoli Stato Eba potrà rivedere buffer

* Dal 20 gennaio Bankitalia inizierà valutazione piani banche (Aggiunge altre dichiarazioni, contesto)

di Giuseppe Fonte e Stefano Bernabei

ROMA, 9 dicembre (Reuters) - La decisione dei leader europei di porre la gestione dei fondi salva Stato sotto la gestione della Banca centrale europea rappresenta una novità cruciale del Consiglio europeo e dovrebbe facilitare la discesa dei tassi di interesse, secondo il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco.

L'European financial stability facility (Efsf) e, dal 2013, l'European stability mechanism (Esm) "saranno, e questa è la novità grossa di stanotte, sotto la gestione della Banca centrale europea e quindi non saranno più una entità di cui si ignora chi è responsabile e la capacità di intervenire per raccogliere fondi o meno", ha detto Visco nella prima audizione parlamentare da quando ha preso il posto di Mario Draghi il primo novembre.

"Se questo funziona il corso dei titoli sotto attacco potrà salire", ha aggiunto.

Visco ha detto che in presenza di un calo dei rendimenti, l'European Banking Authority accetterebbe (Eba) di riveder al ribasso i requisiti di nuovo capitale richiesti alle banche europee annunciati giovedì.

"L'Eba ha scritto ieri nella sua nota - e questo l'accordo che è stato raggiunto nel negoziato al quale noi abbiamo partecipato con forza nelle ultime settimane - che quella decisione di creare quel buffer può essere rivista e ridotta", ha detto Visco.   Continua...